mercoledì 6 febbraio 2019

Diversità...

...tra culto religioso pubblico (con eventuali aiuti da parte dell'apparato statale), e culto ufficiale. Uno stato democratico può accettare il primo - e dunque il suo ruolo in esso (ma in pratica essi); non entra nel secondo, ed anzi, in coerenza coll'orientamento elideista rifiuta il conferimento dell'ufficialità e della stessa pubblicità a qualsiasi "religione", orientamento politico etc. egemonista, se l'intento esclusivo è esposto. "Naturalmente" nessun sacrificio umano.

Nessun commento:

Posta un commento