venerdì 19 luglio 2019

E continuate...

...appositamente a confondere il "socialismo reale", quello che si è con ipocrisia fermato a partire dal 1929 alla proprietà statale dei mezzi di produzione e la formale "dittatura del proletariato" (persino il caratteristico cattocomunismo italico), con il pensiero economico - "sociale" marxiano quando non con Marx stesso. Tuttavia Marx non è mai "assurto" al ruolo di Capo *d'un qualunque* Stato (né avrebbe avuto senso che volesse essere tale), mentre altri sul lato opposto sono stati vivamente alla guida della propria Utopia incidente e disfacente la carne (altrui) con risultati cui la pietà per la debolezza umana è sentimento troppo alto per essere dispensato.

Nessun commento:

Posta un commento