venerdì 6 settembre 2019

L'inesausta...

...fortuna, nel resiliente idealismo, della luddistica estetica "ristretta", testimonia, assunto come angolo dell'odierno, l'arte per luogo dell'animo piuttosto che dell'anima o della sua parte "superiore" ossia intelligente, la tendenza irrazionalista di una scuola che voleva presentarsi al primo vagito, oltre che essere reputata, come quella che intendeva porre tutti i veri uomini (dunque, essenzialmente, i greci) sulla riva opposta del fiume. Contestare poi La Macchina è colpire per malinteso lo strumento concreto in cambio della categoria più generale che guida la prassi, cioè la crematistica, Primo Mobile ed Uno attuale.

Nessun commento:

Posta un commento