mercoledì 11 dicembre 2019

Basta...

...esser disgrati a chi è gradito, e non esser disposti, come da pratica maggioritaria, a piegarsi verso chi anche solo par dimostrare interesse ma cui l'animo (ch'è sede della superbia, dirà qualcuno; tuttavia vedremo poc'oltre) non inchina. Alcune volte il termine "aspro", oppure "agro", è posto in uso per definire un altro umano da chi, pretendendo la propria iniziativa "sociale" inverso altrui accolta, ha dovuto rilevare un rifiuto.

Nessun commento:

Posta un commento