lunedì 9 dicembre 2019

Infatti il punto...

...centrale non è dover faticare; una fatica non obbligata dal bisogno di intascare in un modo qualunque un, come si esprimerebbe qualcheduno, "simbolo del valore di scambio" per poter sopravvivere, è il punto che impedirebbe l'alba in un Francesco, od altro nome indifferente, della voglia d'ardere con una lente gigante quel che viene nomato mondo. Un punto focale. E per ciò Karl Marx cercò per mezzo del raziocinare suo proprio di ridurre, riportare la produzione al valore d'uso ed all'autoconsumo, nonché le relazioni umane alla volontarietà di tutte le parti. In questo senso anche la critica condotta da altri al "matrimonio monogamico indissolubile", posta una situazione storica in cui esso è prevalentemente organizzato al di sopra ed oltre l'accordo pieno tra i soggetti del contratto da terzi, ha un valore, come dire? Immediato. Certo, la poligamia non risolve in quest'ultimo caso, poiché il nodo da tagliare è l'indissolubilità, resa inébranlable collo schermo della "Lex diuina": la necessità, come per lo scambio. Infatti non è detto sia stata data una fase della storia umana in cui nelle relazioni tra individui il rapporto di scambio fosse totalmente escluso, se anche nei gruppi bestiali alcuni esemplari danno ora frutti ora oggetti alle femmine od al capobranco in cambio di qualcos'altro. Ma poiché né la sopravvivenza sino a morte per vecchiaia, né la riproduzione di tutti i singoli di una specie sono obbligatorie...

Nessun commento:

Posta un commento