sabato 28 dicembre 2019

Perciò, il problema...

... il problema che abbiamo, insisto, di certo in Italia come costante politico - amministrativa, è che il "bello" viene invece depresso e scacciato, perché spesso non ha un ritorno economico (in realtà, finanziario secondo la originaria definizione di finanza) diretto, nonostante si discorra spesso, per ambiti diversi da quello della cultura in senso (anche troppo) stretto, di "indotto". Se le funzioni di talune istituzioni vengono mantenute, càpita che, improduttive sotto il profilo del bilancio, il loro sussistere venga celato agli occhi di quelli i quali, per mezzo dello "svago culturale" garantiscono, negli spazi "tecnicamente" identici, la continuità di questi atti "accessorii", per non dire superflui. Hobsbawm in Fractured times ebbe un bell'insistere che per certe istituzioni culturali è necessario l'impegno diretto e costante dello Stato. Non promette bene.

Nessun commento:

Posta un commento