sabato 11 gennaio 2020

Dagli "in margine" agli Essais di Montaigne, I.

Pagina 513: "Il ne faut pas laisser au juge|ment de chacun la cognoissance de son devoir: il le luy faut | prescrire, non pas le laisser choisir à son discours: autre|ment selon la varieté infinie de nos raisons et | opinions, nous nous forgerions en fin des devoirs, qui nous mettroient à nous manger les uns les autres, comme dit Epi|curus". Una volta osservata l'insistenza iniziale sul sintagma negativo con "laisser" (ne faut pas laisser...non pas le laisser choisir...) e sottolineata la corrispondenza raisons e opinions, che vuol essere una identità di significato tra i due termini, cui si connette il sintagma varieté infinie, riporteremo di seguito le note manoscritte. A "mettroient" la traduzione che abbiamo condotto prevede la resa finale con 'tirerebbero': '(noi ci forgeremmo alla fine) doveri che ci tirerebbero a mangiarci gli uni gli altri, come dice Epicuro'. Poi, la nota: "Invero Colote epicureo in Plutarco Moralia 1124d. Le opinioni condivise capita vengono attribuite dai commentatori al maestro e sottratte al discepolo, per la tendenza a considerare soprattutto il primo troppo intelligente, e dunque il secondo troppo poco".

Nessun commento:

Posta un commento