venerdì 24 gennaio 2020

La definizione...

...frankliniana - che in realtà si trova in James Boswell Life of Samuel Johnson (1791), e non tra le opere pubblicate a proprio nome - circa l'uomo quale "animale facitore di strumenti" non è errata: a condizione che non si ritenga "animale" quale sinonimo di "bestia". Di nuovo, l'uomo è "animale il quale, in più rispetto alle bestie, ha la ragione". Almeno fino alle recenti ricerche sulla "intelligenza animale" - che è appunto quella bestiale - su cui un elideista si è già espresso in Anche gli oranghi tre anni e mezzo fa, e tralasciando la posizione sibiud - montaignana.

Nessun commento:

Posta un commento