mercoledì 12 febbraio 2020

Basta salari...

...da fame, dice quello. Sarebbe sensato, perché danneggiano l'economia intesa in senso generale, e pure l'egoistico profitto del capitalista volgarmente definito. Ma proprio quell'egoismo, oltre i veri o finti scrupoli di Adam Smith, per i quali basta legger alcune pagine iniziali della sua Theory of moral sentiments, è la base del capitalismo moderno che lavora a distruggere le tutele erette per i dipendenti dopo la Seconda Guerra Mondiale. Più o meno: "ogni aumento del salario è una diminuzione del profitto; ergo ogni diminuzione del salario è un aumento del profitto". Incentivare convivenze e matrimoni non a scopo riproduttivo, ma perché i dipendenti, vivendo in gruppo e tagliando le spese, riducano i costi per la sopravvivenza e permettano eventualmente un taglio degli stipendi unitari.

Nessun commento:

Posta un commento